ECLISSI IN TORO – 8 NOVEMBRE 2022

Potrebbe essere un'immagine raffigurante ‎il seguente testo "‎CERERE e la riconquista della LIBERTA Cibo Soldi â… 8 ? ر Tp ã m G Lavoro 9 Novembre 20:30 Serata a offerta libera‎"‎

Mancano ancora un po di giorni ma la prossima Eclissi di Luna in Toro dell’8 Novembre sarà una Luna di Libertà. Libertà di vita e azione che non potrà più essere trattenuta ma che é spesso stata messa a freno. Arginata per insicurezza, paura… e, chiusa nell’argine, premerà con furore di tempesta. Libertà su tutti i livelli ma principalmente finanziaria e lavorativa.Una Libertà “ribelle” che porta con se l’antica ombra della Schiavitù.Tutti noi, come umanità, abbiamo vissuto epoche oscure fatte di sottomissioni, di tirannie, di espropriazioni, di carestie e fame, privazioni che riguardavano sempre e solo i cosiddetti “servi”: i poveri, coloro che venivano sistematicamente sfruttati da chi deteneva il potere, e, allo stesso tempo gli unici che producevano materialmente beni, cibo, ricchezza.La servitù fu il fondamento di un sistema economico che restò vivo fino a pochi secoli fa, e ne sentiamo ancora la memoria storica, familiare e karmica.Oggi gridiamo alla libertà. Gridiamo alla libertà come se non l’avessimo. Gridiamo da ribelli, da rivoltosi. Ci sentiamo in prigione, ci sentiamo sfruttati e schiavi del sistema. Diamo la colpa a capi e padroni, o a politici, oppure ad esseri nascosti e manipolatori, detentori di poteri segreti o di oscuri complotti.Nel Medioevo i “servi della gleba” davvero non erano liberi, erano costretti, dovevano curvare la schiena sull’aratro tutto il giorno per poi vedere il feudatario, o chi per esso, accaparrarsi regolarmente i frutti delle fatiche e del sudore. In passato, molti popoli conquistati davvero non erano liberi, non avevano diritti, i conquistatori li sfruttarono a loro unico piacimento e guadagno.Molti esseri umani hanno vissuto in catene, come proprietà di altri esseri umani. Intere civiltà hanno camminato a testa bassa, alla mercé della classe oligarchica o tirannica che li soggiogava. Questo fu davvero il “vecchio ordine” che accompagnò l’umanità per molti e molti secoli o millenni.Ma poi le cose cambiarono. Ci furono eroi e guerrieri che combatterono, che morirono battendosi, ci furono lotte per l’indipendenza dei popoli e di conquista dei diritti: battaglieper le classi sociali, rivoluzioni che spodestarono i tiranni, guerre contro colonizzatori e dominatori.La libertà é stata vinta e meritata: molti hanno dato la vita per questo risultato.Ora noi siamo finalmente uomini e donne liberi.Abbiamo la fortuna di vivere in una parte del mondo dove questa libertà esiste ed é disponibile a tutti.Tuttavia gridiamo. Gridiamo contro qualcuno, gridiamo contro chi, secondo noi, ci sta imprigionando. Siamo liberi, abbiamo costituzioni che lo dichiarano, leggi e diritti acquisiti: ma ci sentiamo, e spesso viviamo come, ancora in servitú.Nell’ “anno domini” 2022, in Italia e in occidente la libertà c’é.Ma solo per chi decide di prendersela. Perché la memoria della schiavitù continua a esistere nel karma individuale e collettivo. Esiste nella mente e ci domina da dentro.Potremmo essere veramente liberi ma continuiamo a vivere da schiavi, restando incastrati in un sistema che stringe in un circolo vizioso di lavoro forzato e povertà.Siamo servi che perseverano nello status perché hanno paura di restare senza il padrone che li “sfama”, che li “governa” (nella memoria linguistica contadina la parola “governare”, riferita agli animali domestici, é ancora sinonimo di “sfamare”).Da questa memoria ancora attiva di sottomessi e dipendenti ci ribelliamo, accusiamo, gridiamo.Chi si ribella, tuttavia, é il primo schiavo.Chi é libero esce da solo e va dove vuole.Nessuno gli impedisce di volare, nessuno potrebbe, anche se volesse. Siamo ancora schiavi? Si, ma solo nella nostra mente: schiavi della nostra paura della scarsità. E se qualcuno ci stesse manipolando o soggiogando davvero, costui potrebbe agire esclusivamente sulla nostra mente. Il periodo della carestia e della schiavitù c’è stato, e fu reale, fu un karma grandissimo dell’umanità. Ma ora quel periodo é concluso, esaurito energeticamente. La Terra sta compiendo un salto vibrazionale verso una energia nuova. Lei si sta liberando. Ora dobbiamo seguirla ed estirpare questo karma da dentro di noi, scioglierlo con tutte le emozioni e i condizionamenti che ha generato nei secoli. Tocca a noi risolvere i complessi psicologici e i nodi energetici che il senso di scarsità e schiavitù hanno generato e che continuano ad alimentare facendoci rimanere nella paura, limitazione, mancanza, prigione, sottomissione.Stavolta, in questa vita e in questa epoca, non siamo nati solo per lavorare e sopravvivere. Non siamo nati per guadagnarci il pane quotidiano, obbedire e sudare.Siamo nati per esprimere i nostri talenti innati e seguire le nostre passioni e inclinazioni, svolgendo attività naturalmente a beneficio degli altri e del Pianeta. E, finche ci sarà ancora il sistema “denaro”, anche per rendere tutto questo redditizio, remunerativo e soprattutto abbondante.Dobbiamo passare dal concetto di “Lavoro” a quello di “Missione d’Anima”, manifestare una vocazione che seguiremmo anche gratuitamente (e tale sarebbe se vivessimo sul Pianeta Verde, dove lo fanno tutti😉). Siamo nati qui sulla Terra, siamo nati per vivere nella prosperità di tutto cio di cui abbiamo bisogno e che desideriamo. E siamo nati anche per portare questa prosperità a tutti gli esseri ancora in catene eo che permangono nella mancanza. Ogni figlio di Madre Natura é nato per ricevere e produrre i suoi frutti, in uno scambio reciproco di nutrimento e ricchezza abbondante per tutti.Questa Luna vede Cerere pianeta dominante. Cerere é il pianeta del cibo, dei soldi, della produzione naturale e del lavoro.Dobbiamo sciogliere il karma di Cerere e fare pace con Cerere.Possiamo vivere nella ricchezza e nella libertà finanziaria, possiamo fare definitivamente pace col cibo, senza piu bisogno di accumulare grasso in eccesso a causa della paura inconscia di morire di fame (vedi il post https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3173015156279103&id=100007119488377 ) , senza sottometterci al lavoro/servitù, senza piu far parte del meccanismo “sfruttato/sfruttatore”.

Per questo motivo terrò un seminario su:Cerere e la riconquista della Libertà. É tempo di fare pace con cibo, denaro e lavoro .É tempo della guarigione definitiva dalla povertà interiore.É tempo di riconquista della LIBERTÀ.

Programma:

1) Cerere nel karma collettivo e nella tua carta natale (segno per segno)

2) Meditazione guidata per ogni segno zodiacale attraverso le “Tecniche Quantistiche Stella” per risolvere il senso di scarsità a tutti i livelli.

Vi aspetto Mercoledì 9 Novembre ore 20:30-22:30 su ZOOM

Seminario gratuito ad offerta libera (valore indicativo del seminario: 30 euro)Per partecipare basta iscriversi al gruppo facebook: “Cerere e la riconquista della Libertà”Nel gruppo indicherò le modalità di partecipazione e anche come fare per scoprire il segno della propria Cerere (obbligatorio per partecipare alla serata). Inoltre fornirò gli estremi PayPal/iban per la libera offerta.Entra nel gruppo per partecipare:https://www.facebook.com/groups/649707726813228/?ref=share_group_link

un abbraccio grande 💛🌞🌙

Alessandro Pandolfi

www.astrologiaquantistica.it

Lascia un commento