DALL’ ECLISSI ALLA LUNA NUOVA: DA SOLI O IN COMPAGNIA?

Sono due settimane che il sole é congiunto a vesta, mercurio e al nodo sud: tutto in Sagittario. Gente che si isola, alcuni non rispondono piu al telefono, dinamiche familiari e sociali di ogni tipo.
Improvvisamente ci sentiamo che non cé più nessuno che ci sostiene e che crede in noi. Oppure, al contrario, ci accorgiamo che amici e parenti ci stanno invadendo intellettualmente o che ci sono alcuni che vogliono avere ragione di noi… In pratica non abbiamo più voglia di condividere come prima, perché sentiamo che qualcosa deve essere solo nostro. Possiamo isolarci perché il tema serpeggiante é quello del gruppo da cui dipendere come seguaci oppure a cui ribellarsi perché fuoriusciti. Allora ci stacchiamo, prendiamo distanze, e va a finire che facciamo sentire soli gli altri… ovvero quelli che erano inconsapevolmente dipendenti e bisognosi di fiducia dal gruppo stesso😅
Il gioco della dualità ci colpisce nella ferita del maestro interiore, ossia negli irrisolti che abbiamo col bisogno di essere guidati dall’esterno.
Bisogno che poi mette in campo tutti i dogmatismi e sindromi varie da guru/ashram, che possiamo riassumere come periodo di crisi mistica, ossia un tempo in cui dobbiamo passare dalla “religione” attraverso cui sentiamo appartenenza e fiducia umana e relazionale, a una pura spiritualità in cui siamo soli, ossia quella sfera interiore in cui il rapporto da raggiungere é fra noi e l’universo e basta.
Quante memorie antiche abbiamo che ci legano ancora a credenze, a gerarchie maestro allievo, a lotte per il potere spirituale, al sentirci sulla via o fuori dalla via solo per un riscontro o un “non riscontro” sociale.
Ognuno deve ritrovare una missione che sia sua, sacra, che non debba essere resa conto a nessuno, non avallata, senza il papa o papessa, o senza i seguaci che la approvano. La fede ora fa i conti col sociale, metaforicamente con la congrega, il clero, ecc….
Se non abbiamo più bisogno di condividere ciò che deve essere solo nostro é normale che dobbiamo passare per un po’ di solitudine.
Tuttavia d’altro canto abbiamo vero bisogno di unirci. Si. abbiamo davvero bisogno di avere delle guide. si. abbiamo però bisogno di condividere e imparare uno dall’altro su un piano orizzontale.
Questo é il punto.
E tempo di unirci come fratelli e sorelle, ognuno insegnante e studente, ognuno sulla sua strada irripetibile, non battibile se non da lui stesso, unica, perfetta, sacra.

Alessandro Pandolfi

www.astologiaquantistica.it

⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐
Mercoledì 1 dicembre ore 20:30 ci sarà una presentazione della SCUOLA DI ASTROLOGIA QUANTISTICA su zoom. Per partecipare scrivetemi in privato astrologiaquantistica@gmail.com
⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐

Lascia un commento