5 giugno, luna piena in Sagittario: il fuoco che accende la fede

Si sente da 5 giorni prima fino a 2 dopo. Una luna molto forte che attiva energeticamente, fisicamente.  Incendia dentro per farci correre nella vita fiduciosi che ce la faremo: vinceremo, avremo il cielo dalla nostra se seguiamo l’impeto senza frenarlo, lasciandolo esprimere. Dobbiamo sentire il fuoco della volontà e dell’azione che lasciato scorrere diventa forza e fede che apre il cuore, sconfiggendo aggressività e paura, debolezza o assolutismo. Possiamo sentirci stanchi o molto sovraccarichi, più vivaci o aggressivi o istintivi, oppure pigri se tratteniamo il carburante che abbiamo  senza lasciarlo bruciare. Energe quello che non sopportiamo, ciò che ci provoca e a cui reagiamo,  cio che abbiamo subìto, che subiamo ancora, che non abbiamo scelto, voluto, forse perche non credevamo in noi stessi e nella nostra filosofia di vita. Ora è una fase di fiducia in noi, una risoluzione interiore, una affermazione profonda e manifesta. Chi siamo, come vogliamo essere, vivere, buttiamoci nella vita.
Ognuno ha a disposizione una sfida da affrontare, un momento per affermare e difendere i propri confini con gli altri, per decidere seguendo se stesso, la propria guida interiore, senza prostrarsi a nessuno,  con volontà individuale ferma. Sono giorni in cui dominazione e sottomissione emergeranno nelle loro ombre, e con esse la nostra mancanza di forza oppure la prevaricazione verso il prossimo. L’energia sale e spinge fino a venerdì, qualcuno può esplodere, qualcuno può implodere, gli oggetti si rompono più facilmente, è facile perdere la calma. Per i più furiosi aiuta a fidarsi, a trovare pace, per chi subisce sono i giorni della ribellione e della rivalsa, della fermezza senza compromesso. Il corpo vuole muoversi, siamo iperattivi, attenzione a non essere troppo fermi, oppure a riprendercela con tutti:  può esserci sovraccarico e sfoghi, bruciori, liti. Il fuoco deve essere usato per alimentare l’avventura e la battaglia per noi stessi, per crederci con coraggio togliendo controllo e inibizione, sfociando nella libertà fisica e espressiva, sessuale, sportiva…
Sentiamo una carica a partire, a non stare fermi, a crescere di continuo, a sperimentare, e tutti i blocchi che ci limitano nel nostro motore posso venire alla luce. Sia che siamo a mille o invece passivi è il momento per trovare il giusto equilibrio. La rabbia che abbiamo cosa vuole dirci? Siamo realmente troppo accondiscendente oppure non accettiamo consigli? La luna ci chiede di fissarci sulla nostra rotta e non uscirne, di trovarla nelle azioni dirette e semplici, di non permettere alle forze magnetiche esterne di dirottarci, ci chiede di essere guerrieri della nostra fede, monaci e soldati insieme. Il fuoco che abbiamo è nel corpo e nella mente, è una carica  che si accende in modo più esplicito (anche nell’eros), una vivacità che si esprime nel dialogo che trova soluzione nell’apertura al confronto reale, nella diversità e nella connessione dei percorsi e delle idee, comunicando senza farci influenzare, ma senza diventare fanatici. È il fuoco che vuole spingerci, è la fortuna di chi ci prova con fede e coraggio, è avventura, fede nell’istinto: affidiamoci  al nostro cuore e sentiamo che è molto più facile di quanto pensiamo: assistiti dall’alto,  vinceremo la sfida che abbiamo davanti a noi.

Alessandro Pandolfi

  www.astrologiaquantistica.it

Per consulti individuali scrivimi a astrologiaquantistica@gmail.com

Condividi l'articolo su Facebook:

Lascia un commento